Faccia a faccia, Fitto: “Sono a Strasbrugo”. Berlusconi: “Parole sante e non strappa”

BARI- Fitto solo ieri sera viene avvisato della riunione dell’ufficio di Presidenza ma non si presenta perchè impegnato a Strasburbo assieme agli altri europarlamentari italiani che accolgono la visita del Papa. Berlusconi non annulla la riunione ma si limita a lanciare messaggi a tutti per una ricomposizione del CentroDestra malgrado le diverse visioni, rinvia il dibattito sulla sconfitta, evitando lo strappo con i dissidenti , e nomina il Comitato Naz.le di Presidenza inserendo Fitto e Capezzone. Nuovo ramoscello d’ulivo o rinvio dello scontro lo si capirà mercoledì prossimo.
Da posizioni contrapposte i due si sono comunque lanciati frecciate, Fitto e Berlusconi analizzano in modo diverso ma hanno la stessa paura:scomparire dal panorama politico con la sigla nazionale. Le polemiche scaturite dopo l’ennesimo affondo del magliese sono la prova dell’insoddisfazione generale regnante all’interno del partito azzurro. Berlusconi teme che altri parlamentari seguano Raffaele Fitto ed è per questo che l’esponente pugliese li cita nel suo blog delle scorse ore, quasi per assolverli rispetto alle critiche berlusconiane contro la loro mortificazione umana e politica.

La verità è che Fitto ha ragione a dire stop agli autoreferenziali di corte ma è ancor più vero che, nei maggiori partiti nazionali, vanno avanti solo questi ed a volte, tale stortura, emerge chiaramente anche a livello periferico e la Puglia ne potrebbe essere un esempio. Diverse le posizioni della stampa nazionale che  giudicano il risultato, e le uscite degli esponenti politici di Forza Italia, a seconda della oscillante lettura tra crisi di fiducia dei cittadini a risultati indiscutibili su potenziali vincenti e certi sconfitti.

Il direttore de Il Giornale però da una una lettura e stoccata proprio nei riguardi di Raffaele Fitto che, seppur ragionevole nella valutazione complessiva della crisi evidente di leadership e comunicazione politica di Forza Italia, ricorda a questo le sue sconfitte in Puglia negli anni in cui, il popolo delle libertà, vinceva ovunque. Ma i termini della eventuale frattura tra i due si potranno valutare giovedì per Fitto e sabato per Berlusconi in due momenti di manifestazione politica differente. In queste convection si comprenderà quanti parlamentari, oggi sono questi che fanno la differenza negli equilibri interni del partito sulla strategia anti o filo Renzi all’interno della camera e del senato, seguiranno la mobilitazione dell’uno o dell’altro ed in attesa dell’ufficio di Presidenza previsto per mercoledì prossimo.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*