Cronaca

275, deputati salentini da Anas che assicura: “Progetto esecutivo entro il 31 dicembre”

LECCE- Alla fine, in zona Cesarini, quando manca un mese e mezzo alla scadenza dei termini, arriva la rassicurazione di Anas: “Entro l’anno il via alla realizzazione dell’opera”. Lo ha detto direttamente il numero uno di Anas alla delegazione di deputati salentini che lo hanno incontrato a Roma. La partita si è giocata con una squadra “tripartisan”: i deputati di Forza Italia Rocco Palese e Roberto Marti, i PD Salvatore Capone e Friz Massa e Diego De Lorenzis del Movimento 5 Stelle hanno strappato a Ciucci quello che volevano sentirsi dire. Perché, se davvero il cantiere partirà entro il 31 dicembre, allora il Salento non perderà i 288 milioni di euro stanziati per l’opera strategica del raddoppio e messa in sicurezza dei 41 km che collegano maglie con Leuca. 

Non è dato sapere come Anas intenda risolvere il contenzioso in atto tra le ditte (CCC aggiudicataria ma stoppata dal Consiglio di Stato per irregolarità nella documentazione e Matarrese quarta classificata che per i giudici di palazzo Spada ha invece le carte in regola per vincere la gara d’appalto).

“Finalmente una buona notizia non solo per il Salento, ma per la Puglia e l’Italia intera – commentano i Parlamentari –  questa infrastruttura rischiava di finire nel cimitero delle opere pubbliche con tanto di perdita dei finanziamenti, ora invece abbiamo certezza anche sui tempi in cui partiranno”. C’erano anche il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, Del Basso de Caro e l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Loredana Capone. “L’Anas ha garantito che entro fine anno saranno avviate le procedure necessarie all’apertura dei cantieri, rassicurandoci anche sul fatto che le bonifiche necessarie di alcuni territori toccati dal tracciato della strada, saranno realizzate e finanziate con i risparmi d’asta. Quella di oggi  – dicono i parlamentari- è stata anche una bella pagina di politica: abbiamo dimostrato di saper fare squadra, al netto delle appartenenze politiche, per raggiungere un obiettivo comune e tutelare l’interesse supremo dei cittadini”.

Articoli correlati

Gagliano, il dormitorio dimenticato: l’impegno del Sindaco, ma serve l’intervento della Regione

Redazione

Droga in auto e in casa, in manette 19enne

Redazione

Galatina, ritrovata la tela di Sant’Andrea Apostolo

Redazione

Schianto sulla litornanea: un ferito in ospedale

Redazione

Scale e parcheggi vietati, odissea alla stazione di Lecce

Redazione

Con il volto travisato lancia un fumogeno sugli spalti: scatta il Daspo

Redazione