Terrore in una villetta leccese, ladri puntano pistola alla mamma e al figlio di 5 anni

LECCE- Sono un italiano, Massimiliano MONTINARO, 43 anni di Melendugno e due serbi Nedad MITROVIC e Roky ALEKSIC, residente a Napoli in un campo nomadi, gli autori di un furto sfociato in una rapina messo a segno sabato pomeriggio in una villetta di via Manzo a Lecce.

I tre sono stati sorpresi in casa dall’arrivo della proprietaria e dal figlio di questa, un bimbo di 5 anni. Non riuscendo a trovare altra di via di fuga se non la porta principale dalla quale la donna era appena entrata, le hanno puntato contro una pistola, minacciando di morte il bimbo, urlandole di aprire il cancello.

Minuti di terrore sino a quando i tre, a bordo di una fiat stilo grigia sono fuggiti per le strade della città per poi essere intercettati poco dopo dalla polizia e arrestati. Gli agenti delle volanti, chiamati da un vicino di casa, hanno trovato la donna e il bambino in lacrime . Per qualche minuto erano rimasti in balia dei balordi che poco prima erano riusciti ad entrare in casa, a metterla a soqquadro, a portar via denaro e gioielli.

Non si aspettavano il rientro della donna, e non si sono fatti scrupoli a coprirsi la fuga con l’arma, nonostante la presenza del bambino. Non ci è voluto molto agli agenti per rintracciarli. Dopo solo qualche minuto infatti, intorno alle 19, i tre avevano deciso di entrare nuovamente in azione , questa volta in un condominio nella zona di viale grassi.

Uno degli inquilini aveva chiamato il 113 segnalando la presenza sospetta dei 3 che citofonavano probabilmente per assicurarsi che in casa non ci fosse nessuno. Erano loro, la descrizione corrispondeva perfettamente. Alla vista della polizia hanno tentato di fuggire, correndo per le strade, scavalcando alti muri di recinzione, con gli agenti dietro, che alla fine li hanno bloccati e ammanettati per rapina in concorso. Addosso avevano ancora la refurtiva: orologi , gioielli, persino una consolle nintendo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*