Tagli ai patronati, protesta in Prefettura: “A rischio i diritti dei cittadini”

randstad 1

LECCE- Sono tagli che creano danni non solo dal punto di vista occupazionale, ma anche a pensionati, disoccupati, agli stranieri e agli italiani all’estero. I tagli sono quelli previsti dal Governo a discapito dei patronati. “Si mette a rischio la nostra rete di solidarietà al servizio di tutti i cittadini” dicono i sindacati e, a Lecce, il Cepa (Centro patronati), che riunisce direttori provinciali e lavoratori dei patronati di Inca Cgil, Ital Uil e Acli, ha protestato davanti al palazzo della Prefettura. Ma qual è il lavoro dei patronati? Tutelare i diritti di tutti gli individui sul territorio nazionale, fornendo loro assistenza e tutela, con cosulenze per avere prestazioni sanitarie, previdenziali e non solo. Il taglio previsto è di 150 milioni di euro. Una somma altissima, “Senza la quale -dicono- sarà difficile andare avanti”.

Sabato 15 novembre i patronati leccesi aderiranno alla protesta nazionale in piazza S. Oronzo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*