Cronaca

Puerto del Sol, l’appello dell’imprenditrice dopo i sequestri: “Ci dessero almeno la facoltà d’uso per lavorare”

PORTO CESAREO- E’ un grido di dolore e di allarme quello di Stefania Durante, imprenditrice che gestisce la Darsena Puerto del Sol, sequestrata nelle scorse ore dai carabinieri. “Ci dessero almeno la facoltà d’uso per continuare a lavorare”- è l’appello lanciato alle autorità.  In quella attività lavorano oltre un centinaio di persone e attendere l’esito delle indagini metterebbe a rischio il futuro di tante famiglie. Quindi, la proposta è quella di permettere che si continui a lavorare.

“Dopo 30 anni di attività, si vuole capire come sono state create queste strutture, se ci sono i presupposti per sequestrare tutto e imporre sanzioni e indagare tutti quelli che negli anni hanno autorizzato tutto- spiega l’imprenditrice: peccato che per queste indagini ci vogliano anni e nel frattempo si blocca tutto e si sequestra tutto”.

Articoli correlati

Attracco barche “gestito” da un pregiudicato, sequestro nel Porto di Savelletri

Redazione

Full time Sanitaservice: scontro tra sindacati

Redazione

Nardò, tornano in libertà i tre giovani accusati di rapina

Redazione

Accoltellamento a Squinzano, Greco interrogato in ospedale

Redazione

Uccise il ladro dopo il furto, la procura chiede 14 anni

Redazione

Ammassi di sabbia e disagi a Torre Chianca, la denuncia dei cittadini su dilloatelerama

Redazione