Forza Italia: “Nardoni si dimetta” e presenta mozione di sfiducia

LECCE- “Sarà la prima volta in Puglia: una mozione di sfiducia singola, rivolta ad un solo assessore, Fabrizio Nardoni”. Il gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale preannuncia così la richiesta di dimissioni che nelle prossime ore, in apposita conferenza stampa, formalizzerà nei confronti del titolare della delega all’Agricoltura.

Un atto politico forte, con alla base motivazioni plurime: non ci sono solo gli interrogativi rimasti senza risposta su un presunto conflitto di interessi a causa dei finanziamenti regionali diretti a tv e manifestazioni in cui, in almeno tre casi, compariva la moglie di Nardoni, perché conduttrice di una trasmissione gastronomica o di eventi show cooking. Non c’è solo questo, per quanto l’assessore non abbia ancora chiarito, come aveva promesso di fare, dopo la presentazione di apposita interrogazione regionale a firma del consigliere Luigi Mazzei.

Si punta l’indice contro Nardoni, dunque, anche e soprattutto per il rischio di dover restituire 87 milioni di euro di fondi europei perché non spesi. E a questo si aggiunge il giudizio pesante sulla gestione della vicenda legata al Complesso del disseccamento rapido dell’olivo nel Salento.

Ma, senza mistero, anche in questo caso si parla alla suocera perché nuora intenda: per Forza Italia le mancanze dell’assessorato di Nardoni hanno doppia matrice, una da rintracciare nel governatore Nichi Vendola, “che non poteva non sapere”, e l’altra nel precedente timoniere dell’agricoltura pugliese, Dario Stefano.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*