Caso Ebola a Brindisi, l’Asl smentisce

BRINDISI- Verifiche su un sospetto caso di contagio da virus di Ebola all’ospedale Perrino di Brindisi. Poche notizie sulla vicenda, dopo l’allarme creato nei giorni scorsi a Taranto.
Si sarebbe trattato di una bambina di 4 anni, per curarla sarebbero state adottate tutte le misure del caso. Nonostante si tratti di un sospetto, l’allarme è scattato, come è facile immaginare, a stretto giro.

Ma dopo la diffusione della notizia la Asl brindisina ha subito precisato: non è stato registrato alcun caso di persone contagiate dal virus Ebola. Il 14 ottobre scorso – è detto nella nota – “una bambina di provenienza siriana è stata accompagnata dai sanitari del 118 per riferita presenza di stato febbrile nei giorni precedenti; il prelievo degli esami di laboratorio in urgenza non dava valori patologici e la bambina, in buone condizioni generali, è stata solo idratata ed è stata sempre apiretica. La paziente è stata dimessa”

“Con queste precisazioni la Asl BR intende smentire le notizie e, al fine di evitare inutili allarmismi, assicurare la cittadinanza sulla inesistenza di casi sospetti di contagio da virus Ebola nel territorio. Si dichiara inoltre di aver adottato tutti i protocolli necessari per la profilassi della malattia, in esecuzione delle linee guida emanate dal Ministero della Salute”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*