CronacaPolitica

Le nomine dei direttori generali delle Asl un’ipocrisia della politica

LECCE- La salute prima di tutto è stato lo slogan che nel 2005 ha fatto vincere Nichi Vendola che, da quella data, è Presidente della Regione Puglia. Da quel giorno, giorno dopo giorno, i cittadini di Puglia e del Salento hanno sperato che la sanità cambiasse anzi facesse una totale inversione di rotta rispetto al disgraziato, così veniva epitetato, governo uscente di Fitto.
In questi quasi 10 anni, però, non abbiamo assistito alla rivoluzione gentile, non è questo un modo per nominare uno dei 5 assessori alla Salute alternatisi durante il percorso vendoliano, ma alla burocratica gestione della sanità regionale distinta, pero, in due fasi.

La prima, durata 5 anni, un continuo appello alla pazienza in attesa di eliminare i danni del Governo Fitto e Berlusconi e, la seconda fase, una gestione che nulla ha avuto di gentile e di rivoluzionario. Oggi, da spettatori, l’epilogo vergognoso di un dibattito su quando nominare i nuovi direttori generali. Sì, vergognoso perchè si evince, da ogni presa di posizione politica, l’ambiguità e l’ipocrisia degli attori politici. Perchè discutere su quando nominare i vertici Asl? Perche la politica chiede di aspettare le nuove elezioni? Se gli attuali scadono a novembre, perchè ipotizzare una proroga o un’attesa della prossima primavera?

Non ci dicono da sempre che i curriculum e l’individuazione degli idonei siano valutati per i meriti e non per l’appartenenza? Ed allora perche non nominare subito chi dovrà governare la nostra sanità! Perche la politica vuole attendere? Il loro interesse è aver al governo delle Asl gli amici o i migliori professionisti per il bene della pubblica salute? Interrogativi che forse si pone solo il cittadino, loro i governanti, o pseudo tali, hanno altre priorità.

E noi, queste domande, le porremo questa sera all’assessore della Sanità, Donato Pentassuglia, ospite alle 2130 di Open.

Articoli correlati

Tragedia in mare, morto un sub di 50anni

Redazione

Verso il ballottaggio, Poli a Frigole: “Grata per il sostegno, l’ascolto nelle marine continua”

Barbara Magnani

Verso il ballottaggio, Salvemini a San Cataldo: “Dopo bandiera blu, altre ambiziose sfide”

Barbara Magnani

Gallipoli, rissa all’esterno della discoteca: feriti due giovani

Redazione

Tragico scontro sulla Cutrofiano-Corigliano: 60enne muore in ospedale dopo ore di agonia

Redazione

Ballottaggio, la lista di Agostino Ciucci sosterrà Adriana Poli Bortone

Antonio Greco