Mannini: “Tante cose da migliorare, Lerda sapra’ intervenire”

LECCE- Un anno fa l’esordio sulla panchina del Lecce del tecnico Lerda. Il debutto allo stadio Curi di Perugia dove il primo Lecce “lerdiano” incassò la quinta sconfitta consecutiva. L’ultima fino all’8 dicembre quando i giallorossi furono fermati sul campo del Frosinone.

Un anno dopo i risultati e l’umore sono ben diversi anche se i “delusi” (per evidenti motivi sebbene si spera temporanei) ci sono sempre, quelli che devi vincere e dare spettacolo perché ti chiami Lecce, perché hai in squadra calciatori che hanno giocato in serie A, perché hai una storia calcistica scritta in campionati di serie A e B. Però la storia è il passato e un nuovo campionato è fatto di nuove squadre, nuove forze, nuovi equilibri. E quindi tante difficoltà anche interne, tattiche e non solo.

La squadra finita di costruire qualche settimana fa ha bisogno di un periodo di rodaggio e la condizione atletica, se non è a livelli accettabili, può influire sui sincronismi tattici. Un altro discorso è se la squadra si esibisce in maniera asettica. Non è proprio così, ma il Lecce è ancora balbuziente. Negli ultimi due incontri le occasioni da gol non sono mancate in una cornice di gioco che ancora non piace. Contro il Savoia i giallorossi non sono riusciti a mettere dentro il pallone mentre con la Paganese è mancato quel secondo gol che sicuramente avrebbe dato alla partita un altro indirizzo.

“Sicuramente ci sono tante cose da migliorare – afferma Mannini -, chi ha il dovere di gestire la squadra sa bene, sa leggere le situazioni e sa farci migliorare”.

Contro la Paganese il Lecce ha confermato l’imbattibilità interna e la striscia di partite senza subire gol si è allungata a cinque. A contribuire alla fase difensiva anche Daniele Mannini, nel primo tempo contro la Paganese schierato sulla linea dei difensori prima di essere spostato a centrocampo.

“Dal primo giorno ho detto di essere a disposizione dell’allenatore – dichiara Mannini -, ora comincio anche a sentirmi meglio”.

dopo la vittoria contro la Paganese il tecnico giallorosso ha concesso un giorno in più di riposo alla squadra. Dalla trasferta di Messina Lerda potrà contare anche su Checco Lepore, per il quale la squalifica è conclusa. Una carta in più e tante soluzioni per centrocampo e pure per la difesa dove ha giocato nell’ultima esperienza con la Nocerina.

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*