Sabotato il depuratore di Carovigno

CAROVIGNO- Il nuovo depuratore consortile di Carovigno ha subito un gravissimo sabotaggio: qualcuno ha chiuso due saracinesche a monte e valle di un attraversamento ferroviario e tagliato la parte superiore della campana. È stato così impedito al refluo trattato dall’impianto il regolare deflusso nella condotta.
Il tempestivo intervento dei tecnici di Acquedotto Pugliese, che hanno operato ininterrottamente per tutta la notte, ha consentito il ripristino della funzionalità della condotta e scongiurato ben più gravi danni.

“Questi atti criminali -scrivono da Aqp- pregiudicando il regolare funzionamento degli impianti, sono a danno dell’intera collettività”. Acquedotto Pugliese rivolge, quindi, un accorato invito a tutte le autorità pubbliche per un impegno massimo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*