Sbiadito 0-0 tra Savoia e Lecce

LECCE- Occasioni da gol con il contagocce, due espulsioni, una per parte, e reti involate. Si puo’ raccontare così il match tra Savoia e Lecce . Gara valida per il quinto turno di campionato.
Savoia in cerca del bis dopo la vittoria nell’ultimo turno, stesso obiettivo per il Lecce che dopo aver liquidato la Reggina ha puntato il mirino sul Savoia per regalarsi al prima vittoria esterna stagionale, appuntamento rimandato.

Mister Bùcaro non ha grandi problemi in formazione e schiera il suo collaudato 3-5-2, risponde mister Lerda con un equilibrato quanto propositivo nelle intenzioni 4-2-4. Non c’è Doumbià nelle fila giallorosse, dal primo minuto al suo posto c’è Mannini. Carrozza si colloca a sinistra a supporto di Miccoli e Della Rocca che hanno il compito di scardinare le fitte maglie difensive del Savoia. Si gioca sul sintetico di vecchia generazione ma la cosa non sembra creare grossi problemi ai giallorossi. Agli ordini del signor Pagliardini della sezione di Arezzo il primo tempo è stato tutto sommato avaro di emozioni.

Il Lecce ha dimostrato buona personalità conquistando da subito una leggera ma evidente supremazia territoriale. Il Savoia è sembrato essere piu’ attento a difendere che non ad offendere, chiaro l’atteggiamento della squadra di mister Bùcaro a non voler offrire il fianco ai salentini. Problema muscolare per Abruzzese che termina la sua gara dopo appena 18 minuti, Lerda al suo posto manda in campo Carini che si posiziona al centro del pacchetto arretrato.

Lecce ben messo in campo ma con evidenti limiti e problemi negli ultimi 20 metri. La finalizzazione è stata messa a dura prova dalla diga eretta dal Savoia in fase di copertura davanti ai propri 16 metri. Quando il Lecce ha impresso un’accelerazione ai ritmi della gara sono arrivate in rapida successione due occasioni da gol. La prima con Carrozza che da pochi passi si è fatto ipnotizzare dal portiere Santurro, la seconda con Della Rocca che è stato anticipato al momento della battuta a pochi passi dall’estremo difensore del Savoia. L’unico acuto dei padroni di casa con tanto di brivido per Caglioni praticamente inoperoso fino a quel momento, è arrivato al 45esimo con Sabatini che ha provato a sbloccare gli equilibri. Primo tempo terminato a reti inviolate. La ripresa si è aperta con lo stesso Lecce visto negli ultimi minuti del primo tempo. Squadra protesa in avanti alla ricerca del gol costruendo manovre avvolgenti ma poco incisive. Dura 53 minuti la partita di Miccoli sostituito da Moscardelli.

L’attaccante non è sembrato gradire il cambio. Lerda pero’ non ha avuto il tempo di pensare ad eventuali malumori perché a complicare la serata è arrivata l’espulsione per doppia ammonizione al 56esimo di Salvi che ha lasciato la squadra in inferiorità numerica. Lerda è corso ai ripari mandando in campo Gomes al posto di Carrozza. Fino a quel momento il Lecce è stato una presenza costante, anche se sterile, nella metà campo del Savoia. Mister Bùcaro con il Lecce in sofferenza manda sul terreno di gioco Cipriani un altro attaccante. Proprio il neo entrato, scattato sul filo del fuorigioco al 26esimo della ripresa, ha concluso maldestramente da buona posizione.

A 15 minuti dal termine Pagliardini ha ristabilito la parità numerica in campo mandando anzitempo negli spogliatoi anche Checcucci del Savoia. La partita ha continuato a non regalare emozioni o sussulti di sorta. Neppure il forcing finale del Lecce ha prodotto effetti. Savoia e Lecce dunque si dividono la posta in palio al termine di una partita non esaltante sul profilo della prestazione e sabato è nuovamente tempo di campionato, il Lecce affronterà al Via del Mare la Paganese.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*