Cronaca

Sanitaservice: attendesi full time, risponda la Regione

LECCE-Incontro di approfondimento con i rappresentanti sindacali da parte della direzione generale della Asl di Lecce sul nodo dei lavoratori di Sanitaservice, la società partecipata dell’azienda sanitaria. Due i tavoli: uno per le sigle non firmatarie del contratto nazionale, l’altro per i confederali.
Ottenuto dalla asl un consenso di massima con alcuni vincoli. Se il business plain dell’azienda prevede il passaggio, dal 1 ottobre dei lavoratori a 30 ore settimanali, Usb ritiene che ci siano già i le condizioni per il passaggio a full time dei lavoratori di Sanitàservice, attraverso l’affidamento a nuovi servizi di ausiliariato e comunque compresi nelle “sintesi delle valutazioni tecniche” presentata dall’azienda. Tuttavia, un segnale di apertura dai sindacati arriva con la disponibilità ad accogliere l’ipotesi prospettata dall’azienda, (30 ore settimanali) a condizione che nell’accordo (e quindi nella delibera) si preveda entro la fine dell’anno il passaggio a full time di tutti i lavoratori e contestualmente si mantengano all’interno tutti i servizi.

Il verbale degli incontri sarà consegnato a breve nelle mani dell’assessore regionale alla sanità che dovrà dare risposte concrete. Intanto la manifestazione regionale prevista per il 9 settembre prossimo, organizzata dai sindacati, sotto la sede della regione puglia, rimane confermata.

Articoli correlati

MRS, Pagliaro: “Il Salento discarica d’Europa? Ecco perchè si muore di tumori. Subito Commissione d’Inchiesta interistituzionale”

Redazione

Ruba un cellulare e lo rivende all’amico: un arresto e una denuncia

Redazione

Addio alla giungla del trasporto rifiuti, ecco la gara milionaria

Redazione

Il Colonnello Calcagni a Roma: “Nonostante tutto presente per onorare chi come me ha servito la Patria”

Redazione

Via Brenta: dissequestrato il patrimonio di Guagnano

Redazione

Travolta in bici, ma l’auto fugge: anziana in ospedale

Redazione