Un premio in nome del “Poeta del Salento”

minerva

LECCE- Il Premio è alla sua prima edizione, in occasione del centenario dalla nascita del poeta salentino che ha cantato nei suoi versi il Salento e il Sud, a pieno titolo uno dei più grandi poeti della letteratura del 900, spesso dimenticato . È stato voluto e organizzato dal Centro studi Vittorio Bodini, fortemente voluto da un territorio che ha riscoperto il suo poeta grazie agli studi e all’opera critica dei suoi estimatori.
Una cerimonia, in un anfiteatro romano gremito, presentata da Enrica Bonaccorti, che ha regalato emozioni e suggestioni, sui versi del poeta , letti anche dal sindaco Perrone e dal Presidente della Regione Nichi Vendola.

A ricevere il premio il poeta Valerio Magrelli e il traduttore Matteo Colombo, individuati da una giuria internazionale di esperti composta tra gli altri da Valentina Bodini figlia del poeta e dal prof Antonio Lucio Giannone (ordinario di Letteratura italiana contemporanea presso l’Università del Salento, da docenti di letteratura italiana in arrivo dalle università di tutta Europa.

Il Premio è stato dunque attribuito, per regolamento fissato dal Centro studi, al poeta italiano più significativo che abbia pubblicato un nuovo libro nel biennio 2013-2014, nonché alla migliore nuova traduzione di classici uscita sul mercato nello stesso biennio, a sottolineare la doppia veste di Bodini poeta, ma anche traduttore. Magrelli si aggiudica infatti il Premio per il suo “Il sangue amaro”, e Colombo per l’ultima traduzione del “Giovane Holden”, opere edite da Einaudi. Ai due vincitori verrà inoltre fatto omaggio di un’opera originale ispirata a Vittorio Bodini dell’artista salentino Salvatore Spedicato, già direttore dell’Accademia di Belle Arti di Lecce.

Un premio fortemente voluto dalla figlia del poeta ingiustamente dimenticato, soprattutto nelle antologie letterarie: “Una delle più grandi figure di intellettuale europeo del Novecento”, ha detto Paolo Perrone che ha lavorato per far si che le spoglie di Bodini arrivassero nel cimitero di Lecce.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*