Lecce, Doumbia promette più gol promozione: “Devo segnare di più”

attaccante Us Lecce

LECCE – La freccia di Abdou Doumbia è già accesa. Anzi non l’ha mai spenta come un segnale chiaro al Lecce, quello di voler continuare la sua avventura in giallorosso. “Desideravo giocare ancora con il Lecce nonostante avessi offerte anche dalla serie B”, rivela Doumbia.

Come un anno fa il Lecce si posiziona nei primi posti della griglia di partenza del campionato di Lega Pro. Il Lecce è tra le squadre più accreditate per vincere il girone C. “Il nostro è un girone tosto – afferma Doumbia -, ma anche nella passata stagione lo era”. Il Lecce ha subito la possibilità di fare meglio rispetto alla passata stagione quando Miccolie compagni scivolarono per ben cinque partite consecutive. “Dobbiamo partire col piede giusto e non commettere gli errori di un anno fa”, aggiunge il francese. Il Lecce consegnato a Lerda ha subito pochi ritocchi: tra gli altri sono arrivati Della Rocca e Moscardelli per offrire al tecnico giallorosso più soluzioni offensive. “Sono due calciatori importanti per la nostra manovra”, osserva Doumbia, che il Lecce ha ingaggiato a titolo definitivo dal Parma. Anche Doumbia si pone un obiettivo personale: quello di segnare di più perché il francese si è rivelato un ottimo assist man, ma sul piano realizzativo ha lasciato a desiderare. “E’ vero – ammette – devo segnare di più”.

Intanto resta accesa la speranza di ammissione al prossimo campionato di B. Nelle prossime ore la società leccese invierà la propria candidatura corredata di fidejussione.

Il punto sul quale l’avvocato Sticchi Damiani darà battaglia è l’articolo D4 della delibera 171/A della Figc dove si legge: “Le società che hanno subito sanzioni per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse, scontate nelle stagioni 2012/2013 e 2013/2014, nonché le società che, al momento della decisione sui ripescaggi, abbiano subito sanzione per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse da scontarsi nella stagione 2014/2015, saranno computate ai soli fini della redazione della classifica finale, ma saranno in ogni caso escluse dal ripescaggio”. Pertanto il Lecce non è recidivo e ha scontato la sanzione per illecito solo nella stagione 2012-2013 e non è incorso in altre sanzioni nella stagione passata. Quasi sicuramente la società leccese sarà inserita nella graduatoria di ammissione le cui posizioni saranno determinate da una serie di coefficienti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*