Lerda: “A La Spezia per vincere. La serie B? Prematuro parlarne”

minerva

LECCE- Sguardo, mente e gambe orientati verso La Spezia prossimo avversario sabato sera nel secondo turno di Coppa Italia. Alla vigilia della partenza per la trasferta, i giallorossi hanno lavorato a Squinzano come sempre agli ordini di mister Lerda che non ha ancora sciolto tutte le riserve sulla composizione dell’undici titolare. Poche le certezze in questo senso, Miccoli non ci sarà e Sacilotto come accaduto contro il Foligno giocherà nel ruolo di centrale difensivo. Per il resto è tutto da vedere. Il capitano ha subito un infortunio nei minuti di recupero della precedente gara di Coppa Italia e il suo stop è tutt’altro che lieve. Si tratta di elongazione muscolare, infortunio che lo terrà fermo ai box per almeno trenta giorni o piu’. Adesso pero’ c’è da concentrarsi sulla sfida con La spezia, formazione che lo scorso campionato ha perduto i play off e sul cui valore il tecnico ha le idee chiare. Un impegno che il Lecce vuole superare.

Mettere minuti nelle gambe di alcuni giocatori e portare tutti sullo stesso livello di preparazione è l’obiettivo del tecnico a due settimane dall’inizio del campionato. Per questo il tecnico evidenzia l’importanza degli allenamenti. Da questi infatti è arrivato lo spunto per riproporre nuovamente Sacilotto nelle vesti di centrale difensivo.

Capitolo ammissione o ripescaggio in serie B. Mister Lerda ammette di non aver affrontato l’argomento con il resto della squadra. Ancora è prematuro prendere seriamente in considerazione l’ipotesi soprattutto in mancanza dei criteri che saranno stabiliti con apposita delibera.

Dunque il Lecce resta concentrato sulla dimensione attuale e sull’impegno di sabato. Uno stimolo importante a fare bene la squadra lo ha ricevuto dalla presenza domenica sera di 4000 tifosi al Via del Mare. Un sostegno che vale quanto una grande iniezione di stima e fiducia che i giocatori vogliono ripagare.

Come detto Miccoli non sarà del match ma il tecnico pur conoscendo l’apporto che il capitano sa dare alla squadra, è consapevole che la vera forza è nel gruppo.

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*