Lecce, la società vaglia gli esuberi

LECCE- Passano i giorni e il Lecce prosegue nella preparazione alla gara di esordio stagionale in Coppa Italia. Giorni di riflessione per il tecnico impegnato a sciogliere le sue riserve sulla possibile formazione di partenza ma anche di riflessione per la società che in sinergia con Lerda vaglierà le posizioni di alcuni giocatori che potrebbero non rientrano per vari motivi nei piani tattici stagionali.

Valutazioni fatte anche in sede di prima parte del ritiro a Saint Vincent dove i giocatori hanno lavorato per farsi trovare pronti all’appuntamento con il campionato.

Il mercato dunque non è chiuso e fino al primo settembre potrebbero registrarsi altri movimenti sia in entrata che in uscita. In entrata si tratterà di inserimenti di secondo piano mentre in uscita dovrebbero andare via quei giocatori in esubero che troverebbero poco spazio. In cima alla lista potrebbero esserci, ma il condizionale è d’obbligo, Bogliacino e Amodio con il secondo che vede ogni giorno salire le sue quotazioni di dire addio all’avventura in giallorosso.

Si tratta di due elementi qualitativamente indiscutibili ma che nello scacchiere tattico di Lerda troverebbero difficoltà ad essere inseriti. Stesso discorso per i tanti giovani che lavoro con il gruppo attualmente. Non tutti potranno restare a Lecce e probabilmente soltanto un paio continueranno ad indossare, se chiamati in causa, la maglia giallorossa. Gli altri faranno esperienza altrove almeno per un altro anno. C’è poi da sciogliere il nodo Benassi.

L’ex portiere del Lecce dovrebbe trovare sponda in altro club per alleggerire il monte ingaggi alla società che avrebbe già pronto il contratto di secondo per Petrachi dopo le cessioni di Perucchinie e Bleve con Caglioni titolare inamovibile. Tempo c’è e sebbene manchi l’ufficialità di alcuni movimenti, i fatti dicono altro. Cresce intanto l’attesa per la prima del Lecce in casa. I tifosi hanno detto a chiare lettere che l’entusiasmo non è stato scalfito minimamente dalla delusione della mancata promozione anzi semmai c’è una determinazione in piu’ che i supporters vogliono trasmettere ai giocatori sin da subito.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*