Detenuto dà in escandescenze: 6 agenti in ospedale

doc cantina salice

LECCE- Stava per essere dimesso dal reparto detentivo del Fazzi, ma ha dato in escandescenze ferendo sette agenti, sei dei quali hanno rimediato una prognosi di 5 giorni per contusioni. A provocare il ferimento un recluso di 30 anni, originario di Taranto.
È accaduto nel pomeriggio di ieri, intorno alle 18. il giovane era stato ricoverato in trattamento sanitario obbligatorio. Per l’Osapp, è la punta dell’iceberg di un problema sempre attuale ma ancora non risolto: “i detenuti con problemi psichiatrici – dice il segretario provinciale Ruggiero Damato – non possono essere gestiti nelle carceri, perché è come rinchiuderli in una gabbia. La legge di due anni fa per l’istituzione di strutture detentive psichiatriche apposite è rimasta lettera morta. Quest’ultimo incidente dimostra, ancora una volta, quanto il corpo di polizia penitenziaria sia in agonia. Stanno aspettando che scappi il morto?”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*