Condannato ed arrestato per falsa testimonianza

minerva

RUFFANO- Nella tarda mattinata, i Carabinieri della Stazione di Ruffano in esecuzione dell’ordine di revoca del decreto di sospensione della carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce hanno arrestato Vito Cacciatore, cinquantottenne del luogo, già noto.
L’uomo è stato riconosciuto colpevole di falsa testimonianza, nel contesto del processo contro l’imputato Pasquale Tanisi che, in concorso con altri, era stato accusato di triplice omicidio, rapina a mano armata. Aveva fornito all’imputato l’alibi per scagionarlo dalle accuse, testimoniando durante il processo, circostanze risultate non vere, rendendo dichiarazioni mendaci in merito ai fatti verificatisi nel 1999.

Concluse le formalità di rito, l’uomo è stato associato alla Casa Circondariale di Lecce.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*