Regina Pacis, la Cassazione conferma la condanna a Don Cesare

SAN FOCA-  5 anni e 4 mesi di reclusione: arriva dalla cassazione la condanna definitiva per Don Cesare Lodeserto, ex direttore del Centro d’accoglienza per Immigrati Regina Pacis di S. Foca. Le accuse sono quelle di calunnia, sequestro di persona e minacce nei confronti di alcune donne ospiti dell’ex centro. Il verdetto della Cassazione mette la parola fine alla vicenda che ebbe inizio circa 10 anni fa, quando don cesare era alla guida, per conto della curia, del centro di S. Foca.

Diversi i filoni d’indagine che hanno riguardato il suo operato e la gestione del centro, dove secondo diversi ospiti, gli stessi che poi lo accusarono, il prelato aveva instaurato un clima di terrore dove chi trasgrediva alle regole riceveva severe punizioni. Ad alcuni venivano sequestrati i passaporti, ad altri venivano strappati i permessi di soggiorno. Don Cesare dal 2008 si trova in Moladavia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*