Operaio morto schiacciato da motopala, l’autopsia non scioglie i dubbi

CASARANO- Eseguita l’autopsia sul corpo dell’operaio edile Rocco Pizzile, morto dopo essere rimasto schiacciato da un motopala all’interno della ditta “Edilgest” di Casarano.

Gli esiti dell’esame autoptico però non sciolgono i dubbi sulla dinamica dell’incidente. Ora, per far luce sull’accaduto, sono stai effettuati prelievi di vari organi per eseguire esami istologici in laboratorio e il medico legale Roberto Vaglio si è preso 60 giorni di tempo per depositare gli esiti della consulenza.

Stando alla prima ricostruzione, l’operaio sarebbe salito sulla motopala per raggiungere il nastro con maggiore facilità, ma qualcosa è andato storto: la motopala si è mossa, facendo cadere Pizzileo per terra e schiacciandogli le gambe. È successo intorno alle 16: il ferito era grave, ma cosciente. È stato soccorso dai colleghi, è stato trasportato d’urgenza nell’ospedale Ferrari ed ha parlato lui stesso con i carabinieri spiegando loro cosa fosse successo.

Due ore dopo, però, il suo cuore ha smesso di battere. A causa di un’embolia dovuta alle fratture, o perchè nello schiacciamento è rimasta coinvolta un’arteria.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*