Operaio morto schiacciato da motopala, cava sotto sequestro

randstad 1

CASARANO- Il magistrato ha posto sotto sequestro il cantiere in cui ha perso la vita, schiacciato da una motopala, Rocco Pizzileo, operaio di 56 anni di Casarano.
La procura sta indagando sulla morte dell’uomo, avvenuta in una cava, in località “Pineta” a Casarano. La pala meccanica era guidata da un altro operaio. Pizzileo ed altri colleghi erano impegnati a riparare il nastro trasportatore, quello che porta gli inerti da un punto all’altro della cava.

Stando alla prima ricostruzione dell’accaduto, l’operaio sarebbe salito sulla motopala per raggiungere il nastro con maggiore facilità, ma qualcosa è andato storto: la motopala si è mossa, facendo cadere Pizzileo per terra e schiacciandogli le gambe. È successo intorno alle 16: il ferito era grave, ma cosciente. È stato soccorso dai colleghi, è stato trasportato d’urgenza nell’ospedale Ferrari ed ha parlato lui stesso con i carabinieri spiegando loro cosa fosse successo.

Due ore dopo, però, il suo cuore ha smesso di battere. A causa di un’embolia dovuta alle fratture, o perchè nello schiacciamento è rimasta coinvolta un’arteria.  Sul luogo della tragedia sono stati inviati anche due ispettori dello Spesal, per capire se ci siano responsabilità. La procura sta indagando.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*