“Uccise gioielliera per tornare nel Salento”, le motivazioni dell’ergastolo di Alex Maggio

randstad 1

BOTRUGNO- “Uccise per pagarsi una vacanza nel Salento, sua terra d’origine”, è detto nelle motivazioni della condanna all’ergastolo di Alex Maggio, l’uomo originario di Botrugno, in carcere per l’omicidio di Saronno. Ad agosto dell’anno scorso la gioielliera Maria Angela Granomelli fu uccisa durante una rapina. Maggio fu ripreso dalle telecamere di videosorveglianza del negozio e per questo fu presto catturato. Maggio, dopo la rapina, prese un’auto a noleggio per venire in vacanza nel Salento insieme alla sua ragazza.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*