Mare Nostrum, il sindaco lancia l’allarme tubercolosi

doc cantina salice

TARANTO- Alcuni militari impegnati nell’operazione “Mare Nostrum”, avrebbero contratto la tubercolosi durante gli interventi di assistenza ai profughi. Una situazione che preoccupa non poco il Sindaco di Taranto Stefàno, che scrive al Ministro Alfano e al Ministro della Salute, on. Beatrice Lorenzin.

«Facile supporre che approderanno nell’immediato futuro altri migranti nordafricani. Con questa prospettiva è legittima- scrive Stefàno– la preoccupazione che i tanti volontari addetti ai servizi di assistenza a terra possano contrarre tale infezione, se non sono già venuti a contatto con il bacillo di Koch. Mosso da tale apprensione, e nell’esigenza primaria della tutela della salute, per quanto di rispettiva competenza, attraverso i propri organismi, chiedo che vengano individuati e destinati alle attività di accoglienza, solo quei volontari e quelle unità per i quali è accertata la condizione di non rischio».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*