Taranto, Campitiello favoriti per subentrare a Nardoni

minerva

TARANTO- Nel gruppetto di potenziali acquirenti del Taranto calcio i fratelli Campitiello hanno staccato gli altri imprenditori che avevano manifestato al volontà di subentrare a Nardoni. Di Cosola e Cerruti vedono quindi sfumare le proprie proposte e se Nardoni ha deciso di continuare a dialogare con i Campitiello significa che ha visto delle manifestazioni di acquisto molto più concrete. 

Tra Nardoni e Campitiello c’è stato un ulteriore contatto e la definitiva lettura dei libri contabili farà da apripista alla trattativa vera e propria. Nelle prossime ore i primi atti ufficiali daranno il via al passaggio di consegne. Dopo Petrelli (il vice presidente ha dichiarato gironi fa il suo disinteresse per il Taranto calcio ammesso dallo stesso Nardoni) anche molti soci, disertando l’assemblea dei soci di sabato mattina), hanno fatto capire le proprie intenzioni.

L’era Nardoni a Taranto sembra volgere al termine. Entro questa settimana il passaggio di consegne e l’avvio anche del progetto tecnico. Da verificare la posizione del direttotre generale Pellegrini, il quale stava già lavorando all’allestimento della squadra per il prossimo campionato. Molto in bilico la permanenza del tecnico Papagni, il quale avrebbe sicuramente guidato il Taranto se al timone fosse rimasto Nardoni.

La stagione ufficiale del Taranto prenderà il via con la Tim Cup,alla quale parteciperanno anche formazioni di Lega Pro e successivamente quelle di serie B e serie A.

Infine la società vigila sulla Lega Pro e sulle squadre che in queste ore dovranno regolarizzare la propria iscrizione alla serie C. L’avvento di Campitiello dovrebbe assicurare anche la domanda di ripescaggio al campionato di Lega Pro ; nella graduatoria il cliub rossoblù potrebbe scalare posizioni importanti e ambire al ripescaggio

 

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*