Evasione milionaria su alcolici,un tarantino a capo dell’associazione criminale

TARANTO- E’ un tarantino di 40 anni il capo e l’ideatore di un’associazione criminale sgominata all’ alba dai finanzieri del Nucleo tributario di Vicenza.

Il tarantino è finito in manette insieme ad altri 6, per una maxi evasione nel commercio di alcolici. In pratica, creavano depositi fiscali sul territorio italiano, li denunciavano agli uffici dell’agenzia delle dogane e dei monopoli, si ponevano a disposizione di società speditrici comunitarie e di organizzazioni criminali operanti all’estero attestando falsamente la ricezione di prodotti alcolici, in realtà destinati altrove, che quindi sfuggivano al controllo doganale.

Hanno consumato in frode circa 100 milioni di litri di alcolici per una evasione di accisa pari ad oltre 38 milioni di euro e di Iva per oltre 8 milioni di euro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*