Ordigno bellico in fondo al mare, scatta il divieto di immersione

TORRE CANNE- Trovato ordigno bellico in fondo al mare di Torre Canne, a circa 500 metri dalla costa e a 2 metri e mezzo di profondità. La Capitaneria di porto di Brindisi ha vietato, per ora, qualsiasi attività di immersione subacquea.
A rinvenire l’ordigno è stato un sub, che ha immediatamente allertato la Capitaneria.

In seguito, la segnalazione è stata trasferita al Nucleo Sdai (Servizio Difesa Antimezzi Insidiosi) della Marina Militare, l’organo competente per la “bonifica degli ordigni esplosivi nelle acque nazionali” che nei prossimi giorni si occuperà dello sminamento.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*