Ilva, i tecnici dell’ Arcelor Mittal visitano la fabbrica

TARANTO- Nuova visita all’Ilva di Taranto, dopo quella di martedì scorso, da parte di una delegazione di tecnici del gruppo siderurgico franco-indiano Arcelor Mittal: il gruppo straniero più accreditato per rilevare l’Ilva dal gruppo Riva, attuale proprietario.

Secondo indiscrezioni l’area a caldo dell’Ilva, che comprende altiforni e acciaierie, avrebbe fatto una buona impressione alla delegazione di Arcelor Mittal. E’ ancora presto per dire se Arcelor Mittal sarà effettivamente il nuovo proprietario dell’Ilva. Nei giorni scorsi, i rappresentanti del gruppo sono stati al ministero dello Sviluppo economico per valutare un eventuale acquisto che resterebbe comunque parziale.

Convinti della necessità di un cambio di proprietà, i sindacati metalmeccanici , ma restano cauti sul fronte occupazione, ricordando che l’azienda franco indiana in Europa ha chiuso tutte le aree a caldo che aveva. Questo a Taranto significherebbe tagliare migliaia di addetti.

Il futuro dell’Ilva non riguarda certo solo la proprietà. Anzi, ancora  più urgente è la questione liquidità dell’azienda: nel piano industriale l’ex commissario Bondi aveva preventivato un aumento di capitale da 1,8 miliardi per il 2014 e da 1,5 miliardi di finanziamento bancario in due anni con due tranche da 750 milioni ciascuna, fino al 2016. Intanto, fa i conti fino al prossimo anno, il sub commissario Edo: entro giugno 2015 , ha detto, l’Ilva ha bisogno di 800 milioni per l’Aia. 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*