Campagne flagellate, la Cia chiede interventi urgenti alla Regione

LECCE- Anche la CIA -Confederazione italiana agricoltori- chiede interventi urgenti alla Regione Puglia per i danni alle colture causati dal maltempo. Situazioni catastrofiche si registrano nei comuni di Guagnano, Salice Salentino, Campi Salentina, Carmiano e Arnesano, dove i danni ammontano al 100 % della produzione di uva da vino con i produttori in ginocchio -scrivono- .

Una situazione a macchia di leopardo si registra, invece, in provincia di Taranto dove danni si sono avuti nei frutteti, negli agrumeti e nei vigneti.

L’unica provincia “risparmiata” dalla grandine è quella di Brindisi dove gli unici danni sono dovuti agli allagamenti dei terreni nella zona a sud di Brindisi e tra i comuni di Ostuni e Fasano.

Servono interventi istituzionali tempestivi ed efficaci ed è necessaria la convocazione della commissione consiliare regionale all’agricoltura al quale far partecipare anche le organizzazioni agricole per valutare tutte le azioni utili per venire incontro agli ingenti danni subiti dagli agricoltori pugliesi.

Si ribadisce, concludono, la necessità di rivedere il sistema assicurativo di protezione delle colture, attualmente assolutamente penalizzante, tanto da non far trovare alcuna convenienza agli agricoltori ad assicurarsi.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*