Il Tar ha deciso: “La discarica Formica può continuare a funzionare”

BRINDISI- La discarica Formica Ambiente può continuare a svolgere l’attività di smaltimento dei rifiuti. Lo ha stabilito il TAR di Lecce, che, pronunciandosi su ricorso proposto dal Comune di Brindisi che voleva ottenere il blocco dell’attività, pur sospendendo l’autorizzazione integrata ambientale da ultimo rilasciata dalla Regione Puglia ha chiarito, così come sostenuto dai difensori di Formica Ambiente, avv.ti Pietro e Luigi Quinto, che deve comunque essere garantita la continuità dell’esercizio imprenditoriale della Formica Ambiente che, scrivono gli avvocati “ha sempre agito nel rispetto delle procedure e non può quindi subire gli effetti pregiudizievoli di un inadempimento ascrivibile ad altre amministrazioni”.

In particolare il Comune di Brindisi aveva contestato l’autorizzazione rilasciata a Formica Ambiente dalla Regione Puglia sostenendo che la stessa non potesse essere concessa a causa della mancata redazione da parte di Arpa Puglia del documento di valutazione del danno sanitario.

Il TAR ha rilevato che l’omissione dell’adempimento da parte di Arpa Puglia, correlato alla tutela dell’ambiente, impedisce il rilascio di nuove autorizzazioni integrate ambientali ma, allo stesso tempo, per la ipotesi in cui, come è accaduto per Formica Ambiente, l’istanza di rinnovo sia stata proposta tempestivamente, dev’essere garantita la continuità dell’esercizio imprenditoriale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*