Galletti: “Su rifiuti, erosione e Tap massimo impegno del Governo”

doc cantina salice

LECCE- “L’attenzione del governo è alta sui grandi temi ambientali che interessano il Salento”. Il ministro dell’Ambiente Galletti lo annuncia a Lecce e di fronte ai giornalisti spiega che l’esecutivo lavora a un decreto attraverso il quale sbloccare fondi importanti che la burocrazia ha intrappolato: un intervento che permetterà di trovare le risorse per dare vita a un grande piano per porre un freno al dissesto idrogeologico e per le bonifiche di tutti quei siti avvelenati dai rifiuti nascosti sotto terra.

Insomma, il ministro spiega che a Roma si lavora già per l’emergenza rifiuti salentina e sui cinque siti scoperti nell’ambito dell’inchiesta giudiziaria, promettendo di reperire nel più breve tempo possibile le risorse necessarie. Lo stesso discorso vale per il dissesto idrogeologico e per l’allarme crolli coste: anche in questo caso Galletti si impegna a trovare nuove risorse. “La tutela dell’Ambiente è un vantaggio per la comunità, per la crescita economica e anche perché può creare nuovo posti di lavoro: troveremo i soldi per estendere al massimo le tutele”- ha chiarito il ministro.

Un altro tema cruciale per il Salento è il gasdotto Tap. Galletti non esprime chiaramente l’idea che ha il governo, non spiega dove preferirebbe che si facesse, ma fa un appello alla responsabilità di tutti. Secondo il ministro è un’opera strategica e tutti dovranno assumersi le loro responsabilità, anche a livello locale, perché il governo, nel frattempo, sta facendo le sue valutazioni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*