Play off: sulla strada di Lerda il Pontedera, la Salernitana o il Pisa

LECCE- Paura ma anche sano ottimismo… sentimenti a tratti contrastanti ma che bene si inseriscono nel contesto che il Lecce sta vivendo alla vigilia dell’ultima giornata di campionato con la prospettiva play off che a questo punto è una certezza per i giallorossi di mister Lerda. La paura serve a tenere alta la soglia dell’attenzione che non dovrà assolutamente mancare nella fase supplementare del campionato, un’appendice che spesso ha finito con il regalare sorprese inattese al momento dei verdetti ufficiali.
Il calcio non è scienza esatta, nel rettangolo verde, nell’arco dei 90 e a volte anche 120 minuti con in qualche caso il ricorso ai calci di rigore, tutto puo’ davvero accadere. In sostanza non sempre il campo ha confermato i veri valori che una squadra ha espresso nell’arco di un intero campionato, vanificando i tantissimi punti di differenza registrati al termine della stagione regolare. Ancor di piu’ questa sembra l’insidia principale dei play off che avranno inizio l’11 maggio prossimo.

Nessun vantaggio per la squadra miglior piazzata al termine della regular season, in caso di parità si procederà con la formula dei tempi supplementari ed eventualmente si ricorrerà ai calci di rigore se l’equilibrio dovesse persistere anche nell’extra time. Come dire… una squadra piazzata all’ultimo posto della griglia play off potrebbe avere le stesse chanches di chi ha ultimato la stagione al secondo posto e magari con 15 punti di vantaggio.

Paradossi del calcio, in qualche modo, di un regolamento probabilmente discutibile ma che bisogna pur sempre rispettare. Ma in casa Lecce regna un sano e diffuso ottimismo come si diceva, anche in virtu’ del cammino sicuramente migliore rispetto a tutte le altre squadre del girone registrato nell’arco del campionato con riferimento dall’avvento di mister Lerda sulla panchina giallorossa. Un dato su tutti; nelle ultime 18 partite i giallorossi ne hanno vinte ben 14. Ma tornando ai play off.

Al momento manca una sola squadra a completare la griglia finale, una tra Perugia e Frosinone che si contenderanno la vittoria finale all’ultima giornata. Una delle due si aggiungerà alla lista formata da Lecce, Catanzaro, L’Aquila, Benevento, Pisa, Pontedera e Salernitana.

Non ci saranno ulteriori inserimenti o sorprese dell’ultimo momento. Tenendo conto che mancano ancora 90 minuti alla fine della stagione e che qualcosa potrebbe variare in classifica tuttavia è possibile immaginare, sulla base di quelli che potrebbero essere i piazzamenti finali analizzando le varie combinazioni di risultati, il prossimo avversario del Lecce nel primo turno ad eliminazione diretta dei play off.

Al momento la squadra maggiormente indicata sembra essere il Pontedera. Questo sarà possibile se la squadra di mister Indiani vincerà in casa con il Gubbio, o comunque otterrà un risultato uguale o migliore della Salernitana e se il Pisa non perderà a Viareggio. Altra possibile avversaria con meno possibilità sulla carta è la Salernitana di msiter Gregucci che dovrebbero vedere il Pontedera non vincere con il Gubbio e fare meglio della squadra di Indiani. Il Pisa non dovrà perdere a Viareggio, oppure in questo caso vedere vincere sia Pontedera che  Salernitana. Infine una possibilità remota ma esistente è quella che vede il Lecce poter affrontare il Pisa se la squadra di misetr Menichini perdesse a Viareggio e se vincerà una soltanto tra Salernitana e Pontedera.

In virtu’ del terzo posto maturato dal Lecce questi sono gli scenari che potrebbero verificarsi ma soltanto uno di questi sarà quello giusto al termine dei novanta minuti di domenica che, oltre a definire gli scontri del primo turno play off, decreterà la squadra che direttamente approderà in serie B.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*