Otto rapine a mano armata tra Taranto e Bari: incastrata la banda dello scooter

PALAGIANO- Nel corso della notte e fino alle prime ore della mattinata, i Carabinieri del Reparto Operativo di Taranto e delle Compagnie di Massafra e Castellaneta, hanno eseguito 5 ordinanze di custodia cautelare a carico di altrettante persone indagate, a vario titolo, per concorso continuato in rapina aggravata, porto e detenzione illegale di armi.
Le indagini sono state avviate dai Carabinieri a settembre del 2013, con l’arresto per tentata rapina aggravata ai danni di un supermercato di due soggetti già gravati da precedenti di polizia.

In quella circostanza, in Castellaneta, due malviventi sono stati bloccati dai militari del Nucleo Radiomobile, proprio pochi istanti prima che portassero a compimento il loro intento criminoso.

La pericolosità della banda è emersa nel corso dell’attività d’indagine avviata sotto la direzione della Procura della Repubblica di Taranto dal Reparto Operativo-Nucleo Investigativo.

Le risultanze investigative hanno difatti consentito di raccogliere gravi ed univoci elementi idonei a far ritenere gli odierni arrestati quali autori di ben otto rapine commesse dal 14 agosto al 20 settembre 2013 in provincia di Taranto e Bari.

Inoltre, oltre a commettere le rapine il gruppo ha cercato anche di procacciarsi una pistola, recuperata dai carabinieri di Massafra lo scorso 18 novembre. Tale arma, grazie all’operato degli investigatori, non è finita nelle mani dei criminali ed è stata recuperata prima che due giovani, incensurate universitarie, incaricate del trasporto, la consegnassero ai rapinatori. L’arma è stata procurata a Cervia (Ra) dal fratello di un rapinatore, in seguito alla richiesta avanzata da quest’ultimo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*