Marika: “Io vittima di violenza in comunità, lo avevo denunciato 4 anni fa”

GALATINA- Intervistata Marika Raccioppi, una delle presunte vittime di Bruno Dollorenzo, il 46enne di Galatina ai domiciliari con le accuse di maltrattamenti e violenza privata nei confronti dei piccoli ospiti della comunità per minori disagiati l’aquilone.

E’ dispiaciuta Marika, perchè dice di non essere stata ascoltata prima, di aver raccontato che il 46enne, tanto carino con i ragazzini della casa famiglia all’estero, tra le mura della comunità avrebbe trasformato la loro vita in un incubo.

Le indagini, coordinate dal pm Stefania Mininni e condotte dai carabinieri della sezione di pg, al comando del colonnello Antonio Massaro avrebbero dimostrato maltrattamenti e soprusi inauditi nel centro. I ragazzini sarebbero stati picchiati a colpi di pezza bagnata e con la cinghia, sarebbero stati costretti a svolgere lavori domestici nella casa del 46 che non avrebbe fornito loro abiti e cibi di prima qualità nonostante percepisse circa 75 euro al giorno per ciascuno di loro.

Lunedì si terrà l’interrogatorio di garanzia e l’indagato, assistito dagli avvocati Cosimo e Andrea Maggiulli, potrà raccontare la sua verità davanti al gip Annalisa de Benedictis.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*