Dopo il sit-in, arriva l’anticipo: boccata d’ossigeno per i lavoratori del Consorzio ECIS

GALLIPOLI- Si sta concludendo positivamente la situazione di difficoltà dei 28 lavoratori del Consorzio ECIS, esecutore dei lavori per conto di ANAS, sulla Statale in loc. Baia Verde di Gallipoli.
Nel pomeriggio odierno i lavoratori, venuti a conoscenza dell’impossibilità di ottenere prima delle festività pasquali, il pagamento degli stipendi promessi, le cui somme sarebbero dovute pervenire dall’ANAS di Roma sulla base del mandato di pagamento emesso in data 16 aprile, hanno manifestato la propria delusione per la mancata riscossione, organizzando sit-in presso la sede provinciale ANAS e presso la Banca Popolare Pugliese.

A fronte della richiesta disperata di intervento, indirizzata alla Prefettura, in un momento in cui sarebbe stato giusto che ciascuno potesse godere con le famiglie dei corrispettivi per il lavoro prestato, il Prefetto, dr.ssa Giuliana Perrotta, ha immediatamente contattato il Direttore Generale della Banca Popolare Pugliese, dr. Vito Primiceri, il quale, con un intervento del tutto straordinario, ha autorizzato l’erogazione di un anticipo di 500 euro a ciascun lavoratore che sarà liquidato nelle prossime ore.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*