Lecce, un girone di ritorno da primato assoluto

Ottica Salomi

LECCE- Prosegue la preparazione dei giallorossi in vista della volata finale del campionato. Altri due turni a disposizione di Perugia, Lecce e Frosinone per giocarsi il tutto per tutto puntando alla promozione diretta. Un solo turno di fatto per i giallorossi di mister Lerda che all’ultima giornata assisteranno da spettatori interessati in virtu’ del turno di riposo, a quello che accadrà nel big match tra Perugia e Frosinone.

Ma prima ancora ci sarà una giornata che potrebbe anche decretare i primi verdetti. Il Lecce è costretto a vincere a Pisa e il resto dipenderà dai risultati che Perugia e Frosinone matureranno rispettivamente a Salerno e con L’Aquila. Partite chiave dunque in un finale di stagione che lascia poche speranze ai giallorossi rispetto alle possibilità che vantano le dirette concorrenti. Naturalmente a questo punto il Lecce non vuol lasciare nulla di intentato e intende sfruttare al massimo qualsiasi opportunità dovesse presentarsi. Prerogativa minima e indispensabile sarà vincere a Pisa.

Lerda tiene tutti sulla corda anche nella settimana che vedrà il campionato fermarsi per le festività pasquali. Lopez ne avrà per circa tre settimane, il giocatore si è già sottoposto e continuerà a farlo a terapie. Sacilotto non ha ancora smaltito le noie muscolari. Per il resto tutti seguono le direttive del tecnico che soltranto a fine settimana concederà qualche giorno di riposo ai suoi ragazzi. Tre squadre dunque e un unico obiettivo, fare calcoli è opportuno ma soltanto per oppure ragioni statistiche perchè in campo potrebbe accadere di tutto come già in questo campionato dimostrato.

Il Lecce appare la squadra che gode di migliore stato mentale e fisico. Sul piano del rendimento registrato nel giorno di ritorno la squadra di Lerda non ha eguali. Sul piano dei punti totalizzati i giallorossi vantano 37 punti, sette in piu’ rispetto al Perugia e otto in piu’ rispetto al Frosinone. 12 le vittorie del Lecce mentre Perugia e Frosinone sono ferme a quota nove. Sul piano delle sconfitte Lecce e Perugia si attestano a due mentre una gara in piu’ l’ha concessa agli avversari il Frosinone.

Rispetto alle dirette concorrenti il Lecce pero’ ha pareggiato meno volte, una soltanto contro le i tre segni X di Perugia e i due del Frosinone. Lecce primo anche nella speciale classifica dei gol messi a segno nel giorne di ritorno. Ben 28 le marcature giallorosse, gli umbri di gol ne hanno realizzati 24 mentre 25 sono quelli del Frosinone. Ma il rendimento positivo sta anche nel numero di match terminati senza subire gol. In questo caso il Lecce per nove volte è rimasto con la porta inviolata mentre Perugia e Frosinone rispettivamente sette e sei volte.

A guardare poi gli ultimi dieci turni la squadra di Lerda fa registrare un invidiabile trend di 9 vittorie e una sconfitta mentre il Frosinone negli ultimi dieci turni ha vinto solo cinque volte, perso due e pareggiato altre due con nel mezzo un turno di riposo. Il Perugia ha vinto 5 degli ultimi match pareggiato tre e perso due. Numeri alla mano si può dire che  la squadra di Lerda ha un rendimento da primato assoluto riconducendo l’analisi al giorno di ritorno.

Rendimento che permetterebbe a qualsiasi squadra di trascorrere una Pasqua serena, non può esser così per il Lecce che comunque deve confrontarsi con le insidie della classifica attuale e dei due turni di stagione finali che potrebbero anche non far bastare quanto di buono è stato fatto fino a questo momento, rimandando ogni valutazione in chiave promozione al torneo supplementare dei play off al quale probabilmente il Lecce con la testa è già proiettato da lungo tempo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*