Videocamera nascosta nel bagno dell’azienda, nei guai “Guardone elettronico”

MELPIGNANO-  Neanche fosse al Grande Fratello! L’idea di riprendere i colleghi impegnati a fare i fatti propri nel bagno dell’azienda, lo ha rapito a tal punto da organizzarsi per l’occasione. E così, dopo aver installato una piccola telecamera, nascosta fra detersivi e carta igienica, ha immortalato i momenti clou vissuti dai colleghi fra le quattro pareti del bagno.

I malcapitati non potevano certo immaginare di essere protagonisti di filmini di dubbio gusto. Filmini che l’improvvisato regista riversava di volta in volta sul proprio personal computer. Per essere certo che le inquadrature fossero perfette avrebbe anche fatto delle prove trasformandosi da regista in controfigura, riprendendo se stesso sul wc. La sua attività di guardone non ha avuto molto successo.

I sospetti nutriti dal titolare dell’azienda, una ditta di infissi che si trova nella zona industriale di Melpignano, sono stati confermati dopo il sopralluogo eseguito dai carabinieri che hanno recuperato e sequestrato la telecamera dello scandalo. Per il giovane responsabile è scatta una denuncia a piede libero. L’operaio, un 28enne di Poggiardo, risponde di interferenze illecite nella vita privata. Ora, su nomina dell’Autorità Giudiziaria, sarà individuato un tecnico che si occuperà di svolgere una consulenza sui dischi del PC al fine di trovare ed acquisire le registrazioni incriminate.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*