Taranto bene in campo, incertezza nel CdA

TARANTO   –    Il Taranto sta andando avanti come un treno… sul campo da gioco. Diverso il discorso per quanto riguarda l’assetto societario: il neo Presidente Fabrizio Nardoni ha già fatto sapere che questo campionato i rossoblù lo chiuderanno a testa alta, a prescindere da come si concluderà la vicenda finanziatori.

Servono fondi  – almeno 300.000 € fino al termine del campionato –  e dunque, nuovi investitori. Al momento i soci sono 30 e allo stesso Nardoni non dispiace l’idea lanciata dall’ex Presidente Emanuele Papalia di contare su ben 100 soci per risollevare le sorti del calcio tarantino e mettere un’ipoteca, certa, sul futuro.

Ma c’è anche la vicenda calcioscommesse che tiene banco: la Fondazione ‘Taras’ ha detto un secco no alla possibilità di inserire la squadra nell’eventuale circuito di scommesse, se la Serie D dovesse entrare a farne parte. Un ‘no’ ribadito questa mattina direttamente ai vertici regionali della FIGC.

Intanto ieri si è svolta una doppia seduta d’allenamento, alla quale ha partecipato anche Biondo, guarito dall’influenza che lo ha tenuto lontano dal campo.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*