Befana dolcissima… anche senza glutine

minerva

LECCE –  Arriverà domani nelle piazze di Puglia e Basilicata la prima raccolta firme per dare pari dignità a celiaci e sensibili al glutine. A scendere in piazza con tanto di banchetto per la raccolta firme e calza della ‘Befana Gluten Free’, saranno i volontari e i pazienti dell’associazione AAIA e del Centro IMID di Campi Salentina.

L’iniziativa, sostenuta anche da ASL di Lecce e Regione Puglia, mira come detto ad abolire una discriminazione che si consuma nei fatti.

I celiaci, coloro cioè che sono allergici al glutine, possono godere di un buono sconto di 140 € da spendere per acquistare i costosi prodotti che sono costretti a consumare per poter vivere. I gluten sensitivity, coloro cioè che soffrono di una forma parallela, allo stesso modo invasiva e pericolosa, ma che non è formalmente celiachia, invece no.

Sono costretti a pagare di tasca propria gli stessi identici prodotti dei celiaci. Se non potessero sostenere una spesa così costosa, sarebbero costretti ad ignorare la patologia e correre il rischio di ammalarsi anche di patologie molto serie – come il tumore – a carico dell’apparato intestinale. Per questo è importante apporre la firma sulla petizione popolare che mira a modificare la legge nazionale che tutela i soggetti celiaci, allargando la platea degli assistiti anche ai gluten sensitivity.

I numeri parlano chiaro e non è più possibile ignorarli. A fronte di 6.000 pugliesi affetti da celiachia, il triplo – 18.000soffre di sensibilità al glutine.

Sarà possibile firmare la petizione e acquistare la calzina ‘Gluten Free’ ad un prezzo simbolico, nelle piazze di Lecce, Gallipoli, Brindisi, Martina Franca, Monopoli, Potenza e Policoro.

Sempre nel giorno dell’Epifania sarà anche possibile fare un altro gesto di solidarietà. Donare il sangue. La Croce Rossa Italiana dalle 8 alle 10.30, aprirà le porte del comitato leccese in viale dell’Università per accogliere chi vorrà dare un po’ di sé per salvare chi, per vivere, ha bisogno del nostro aiuto.

 

 

 

 

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*