Cronaca

Sportello antiracket a Brindisi, Gualtieri: “Solo il nostro è quello vero”

BRINDISI – “Lo sportello antiracket e  usura è l’unico riconosciuto a livello europeo, le altre sono associazioni. Da noi c’è gente professionalmente qualificata e esperta nel settore”.

Non trattiene le polemiche la Presidente della Federazione antiracket Salento Maria Antonietta Gualtieri a Brindisi, per presentare la nascita della sede permanente di uno sportello nel capoluogo messapico.

Una frecciatina alle associazioni antiracket di Brindisi e provincia che non avrebbero prodotto grossi risultati. Un progetto finanziato con  i fondi Pon sicurezza che prevede la ristrutturazione e l’arredo di un palazzo in via Carmine di proprietà del Comune di Brindisi. Attualmente lo sportello si trova a Palazzo Guerrieri, ma tra circa 4 mesi sarà pronta la nuova sede. Uno sportello esiste già  a Lecce e a Taranto con importanti risultati. “A Brindisi, ci sono poche denunce – spiega Gualtieri – ma non vuol dire che il fenomeno sia meno diffuso, anzi, vuol dire che la gente ha bisogno di aiuto e da noi può trovarlo”. 

Per la fine dei lavori della nuova struttura ci vorranno almeno 4 mesi, l’Assessore alle politiche europee Cannalire sottolinea che questo sportello lancia un messaggio di democrazia e di sicurezza anche per gli imprenditori che da fuori vogliono investire a Brindisi.

Articoli correlati

Dalla Giornata della Memoria, alla guerra delle querele

Redazione

Tampona suv, scappa e incendia la sua auto: nei guai 39enne

Redazione

Le giornate senza pretese: migranti per strada in attesa di un C.a.r.a.

Redazione

Lecce, mobili giù dal balcone. L’indignazione sul web

Redazione

Un altro furto in appartamento, allarme anche in centro

Redazione

Coltivano marijuana in un bunker: arrestati in due

Redazione