Corini: “Insieme siamo più forti, grazie ai nostri tifosi. Giornata perfetta”

Eugenio Corini, 50 anni, allenatore del Lecce
Ottica Salomi

LECCE (di Carmen Tommasi) – Il Lecce vince al “Via del Mare”, non senza soffrire, e porta a casa la seconda vittoria di fila. I giallorossi, nel posticipo della quinta giornata di serie B, battono 3-1 in rimonta il Cosenza di Roberto Occhiuzzi. A fine gara Eugenio Corini sorride, ed è molto soddisfatto, per l’importante risultato: “Quella di oggi è  una vittoria importante e piena di significati. Aver avuto i nostri tifosi sotto l’albergo ci ha dato calore e volevamo ripagare l’affetto con una grande prestazione, siamo felici di averlo fatto. Una giornata perfetta, insomma, abbiamo ritrovato la vittoria in casa e il calore dei tifosi. Ai ragazzi –ha dichiarato Corini– ho detto che i tifosi ci avevano appoggiato prima che noi facessimo qualcosa per loro, dovevamo meritarci questa vicinanza. La squadra ha risposto sul campo. Ci sono tante cose dentro questa partita che devono essere la base per giocarci con grande forza questa seconda parte finale del campionato”.

AVANTI TUTTA – Quella con i calabresi può anche essere definita la vittoria del gruppo: “Ci stiamo consolidando, questa squadra ha valori importanti, dovevamo trovare una linea comune. Se non c’è stata una classifica diversa è per responsabilità nostra, su questo abbiamo lavorato. Il gruppo ha accettato i ragazzi nuovi, vedo una squadra coesa e solida. Quando si vuole costruire qualcosa di importante bisogna farlo insieme. Oggi abbiamo vinto tutti insieme, su questo costruiremo la trasferta di Pescara di sabato prossimo”.

RODRIGUEZ E SOCI – I nuovi arrivati sono stati molto importanti per la crescita della squadra: “Tanti ragazzi hanno avuto bisogno di un percorso di ambientamento diverso, Rodriguez e Gallo, faccio degli esempi. Hanno saputo conquistarsi spazio e devono continuare così. Tutti possono avere un’opportunità, alla fine parla il campo. Quando do spazio è perché penso che i ragazzi se lo siano meritato. In un campionato con tante partite ravvicinate è importante avere tanti giocatori a disposizione”.

TUTTI IMPORTANTI – Pettinari è un giocatore importante, il calciomercato ormai alle spalle e Corini lo tiene in grande considerazione e non solo lui: “Stefano è un giocatore importante, nella parte iniziale del campionato non stava bene fisicamente, ci sono state vicissitudini che lo hanno portato a restare con noi. Ha giocato due spezzoni di partita con grande qualità. Yalcin? Fatica ancora fisicamente, l’ho già detto, ma ha grande tecnica. Mi dispiace, però,  in questo momento dover penalizzare Stepinski. Ho cinque attaccanti di valore e voglio sfruttarli al massimo”.

IN CRESCITA – La vittoria contro la squadra di Roberto Occhiuzzi è un percorso di crescita per tutti, fondamentale per la classifica e per il morale: “La vittoria ci consolida e alimenta il nostro percorso. Quando il campo dà risposte tutto prende una forma diversa. La crescita è continua, abbiamo ragazzi giovani che hanno dato risposte importanti e giocatori maturi con esperienza. Se questa connessione fra gioventù ed esperienza si abbina diventa un bel mix esplosivo”.

IL CAMBIO – Infine, a chi gli chiede il perchè del cambio di Massimo Coda, risponde così: “Massimo era ammonito e ho voluto dare 10/15 minuti in più a Rodriguez. Gli attaccanti spendono tanto, quando cambio voglio sempre tenere alta la qualità. Oggi ho tolto lui, la prossima volta potrò farlo con un altro. Ho tanto da scegliere in avanti”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*