Lavori Metropolitana di Superficie: dal Mrs la sollecitazione che serviva

SALENTO- “Un’altra battaglia targata Movimento Regione Salento, ma continueremo a vigilare per poter alla fine cantare vittoria tutti insieme. Apprendiamo con soddisfazione la notizia comunicata da Ferrovie del Su Est dell’avvio dei lavori per la realizzazione della Metropolitana di superficie del Salento. Un’opera di importanza assoluta per il nostro territorio e che da lunedì partirà con  l’elettrificazione delle prime due linee, (Lecce-Zollino e Maglie-Otranto), oltre quelli per la realizzazione della tratta fino a Martina Franca.

L’8 gennaio scorso abbiamo promosso una grande manifestazione a cui ha aderito tutto il centrodestra pugliese: con in prima fila il nostro Presidente Paolo Pagliaro, avevamo deciso di viaggiare da Lecce a Gagliano del Capo a bordo di treni da terzo mondo per testimoniare tutto il disagio del territorio: oltre due ore e trenta minuti per percorrere appena 40 km.Avevamo chiamato all’adunata tutta la politica del centrodestra salentino perché, ribadiamo ancora una volta, uniti si vince. E infatti a distanza di una sola settimana FSE ha annunciato l’avvio dei primi lavori e per noi questo è motivo di orgoglio.

Il progetto “Metropolitana di superficie Martina Franca–Lecce–Gagliano del Capo” prevede l’elettrificazione dell’intera, compresa la Maglie–Otranto. Si tratta di un’opera imprescindibile perché permette di integrare la rete ferroviaria del Salento con il sistema ferroviario regionale e nazionale. L’investimento è di 180 milioni di euro, di cui al momento 130 sono stati finanziati, come ambito Fondo Sviluppo e Coesione Patto per la Puglia. Un piano pronto, un progetto lineare, a cui finalmente si inizia a dare forma. Ma ciò non basta. Come abbiamo sottolineato, servono adesso 50 milioni di euro per permettere il completamento dell’opera fino al Capo di Leuca, ed è questo che continuiamo a chiedere a gran voce. L’avvio dei lavori è solo il primo step: noi continueremo ad essere le sentinelle del Salento affinché l’opera non solo sia completata nella sua interezza, ma che lo sia anche in tempi certi e ragionevoli. Il Salento ha già accumulato fin troppi ritardi per essere al passo con i tempi”. Questo è quanto afferma Francesco Viva Coordinatore Provinciale Movimento Regione Salento e il Direttivo

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*