Armi e bagagli, il Lecce parte alla volta di Reggio Calabria dove il bilancio è in pari

Ottica Salomi

LECCE – Partenza anticipata per il Lecce che, dopo la settimana di meritato riposo, tornerà in campo sabato pomeriggio contro la Reggina. A differenza di quanto accade solitamente, i giallorossi hanno deciso di partire in trasferta due giorni prima del match: un chiaro segnale di come mister Corini non sottovaluti affatto la sfida del ‘Granillo’.

Il Lecce, che in questi giorni ha affrontato un mini-ritiro in un albergo cittadino, dopo l’allenamento del mattino è partito alla volta di Reggio Calabria dove in 70 anni di storia ha raccolto lo stesso numero di gioie e di dolori.

In terra calabrese, infatti, il bilancio parla di 24 precedenti, con 9 vittorie per parte e 6 pareggi: 27 i gol messi a segno dai salentini, 29 quelli subiti. Il primo incrocio tra le due compagini risale alla stagione 1949/50, in Serie C, con la Reggina brava ad imporsi con il punteggio di 2 a 1. Il primo successo giallorosso, invece, è datato 8 settembre 1996, primo incrocio in Serie B, quando a decidere le sorti dell’incontro fu una doppietta dell’incontenibile Palmieri.

L’ultima volta in cedetteria è datata marzo 2010, quando al ‘Granillo’ andò in scena lo show di Guido Marilungo che con una memorabile tripletta si prese la scena nel 4-2 finale. Ci sono precedenti anche in Serie A tra le due squadre, tutti racchiusi nel decennio che va dal 1999 al 2009.

L’ultima volta che Reggina e Lecce si sono sfidate a Reggio, invece, è stata nel corso del campionato di Serie C 2017/18, quello che i giallorossi riuscirono a vincere con Liverani in panchina proiettandosi verso la promozione. Gara tiratissima quella dell’otto aprile 2018, decisa in avvio di match da un gol di Marco Mancosu che sabato andrà a caccia del suo personalissimo bis.

Nella storia, infine, Reggina e Lecce hanno incrociato i loro cammini per 49 volte, con 24 vittorie dei salentini, 14 pareggi e 11 sconfitte; 66 i gol fatti, 45 i subìti.

G. Serafino

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*