Lecce, attacco spuntato: dietro in forse Calderoni e Adjapong

Ottica Salomi

LECCE (di Carmen Tommasi) – Si lavora senza sosta e con attenzione ai minimi dettagli in casa Lecce, in vista della gara con la Reggina di Marco Baroni. L’allenatore Eugenio Corini sa bene che la trasferta del “Granillo” presenta delle difficoltà, soprattutto perchè gli avversari vogliono risalire la china in classifica e riscattare anche l’ultima sconfitta con l’Ascoli arrivata in pieno recupero.

PROBLEMI IN AVANTI – L’ex Brescia, così come è successo nella prima gara del 2021 del “Via del Mare” con il Monza, dovrà fare delle scelte quasi obbligate in avanti: non ci saranno sicuramente Felici, Falco, Rodriguez e Paganini, che hanno lavorato in differenziato nella doppia seduta di martedì. Diversa è, invece, la situazione di Pettinari che è ritornato a lavorare con i suoi compagni già da inizio settimana, ma  la punta è sul mercato. L’ex Trapani, in scadenza il 30 giugno del 2021, sembra piacere a Cosenza, Salernitana, Chievo e Cremonese. Con i calabresi, la coppia d’attacco sarà quella composta da Coda e Stepinsky, 14 gol in due, supportati da capitan Mancosu.

RIECCO LO “ZIO” – Dietro ritorna Fabio Lucioni che, con i brianzoli ha scontato il turno di squalifica, e affiancherà Kastriot Dermaku al centro della difesa. Insieme i due hanno giocato una sola volta. Ci sono ancora dei dubbi sul recupero di Marco Calderoni, che accusa un fastidio al polpaccio destro, e di Claud Adjapong che dopo la contusione a ginocchio destro ha effettuato la risonanza magnetica che non ha evidenziato nessuna lesione. L’ex Sassuolo potrebbe già unirsi al gruppo nella seduta odierna sempre all’Acaya e a porte chiuse, mentre per il terzino sinistro la situazione è leggermente diversa: non verrà rischiato ed è da capire l’evoluzione del fastidio.

FINE RITIRO E PARTENZA – Il ritiro dei giallorossi terminerà  dopo la seduta pomeridiana di mercoledì e giovedì, invece, è in programma il trasferimento a Reggio Calabria. Si gioca sabato pomeriggio alle ore 16:00 allo stadio “Oreste Granillo” e il Lecce cercherà i tre punti, così come dovrà fare nel big match con l’Empoli del Via del Mare, ultima partita del girone d’andata, del prossimo 26 gennaio. L’assalto alla vetta, che dista ben 8 punti, è l’obiettivo dei giallorossi: tutti gli avversari di turno sono avvertiti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*