Fiera del Salento in abbandono, interrogazione Pagliaro (LPD): “Regione finanzi manutenzione urgente”

LECCE- Nota del consigliere regionale Paolo Pagliaro, capogruppo La Puglia Domani e presidente del Movimento Regione Salento:

“Una storia di oltre sessant’anni non può essere cancellata dall’incuria e dall’abbandono. Per salvare la Fiera di Galatina, che è stata vetrina d’eccellenza per le produzioni Made in Salento e in Puglia, servono interventi urgenti di manutenzione per tre milioni di euro. Risorse che il Comune di Galatina non ha, e che chiedo alla Regione di finanziare, in ragione dell’importanza di questa fiera per l’economia del territorio. Per questo ho presentato un’interrogazione urgente, diretta all’assessore alle Attività produttive.
È improcrastinabile il recupero del quartiere fieristico, costruito alla periferia nord di Galatina tra il 1979 e il 1984, e in disuso ormai da quattro anni, a seguito del fallimento della società che gestiva la fiera. La struttura, con una superficie complessiva di 31mila metri quadrati, versa in stato di abbandono e degrado, alla mercé dei vandali. Una fine ingloriosa per un fiore all’occhiello del settore fieristico pugliese e mediterraneo, nata nel 1949 come mostra mercato del commercio, dell’industria e dell’artigianato e divenuta negli anni sempre più importante e prestigiosa.
Nel 1998, per iniziativa dell’amministrazione comunale, fu istituita la società mista pubblico-privata Fiera di Galatina e del Salento, con la partecipazione di Comune, Provincia, Camera di Commercio e Regione. Si tratta quindi di un patrimonio collettivo, che merita di essere salvato e recuperato.
Il Comune di Galatina, ente proprietario del quartiere fieristico, non dispone dei tre milioni di euro necessari per ripristinarlo e ammodernarlo. Il mio appello alla Regione è ad intervenire, facendosi carico di un problema che non è solo salentino. Peraltro lo prevedono l’articolo 6 del Regolamento regionale 25/2013 sulla promozione di fiere e mostre mercato, e l’articolo 9 della Legge regionale 2/2009, secondo cui la Regione può concorrere finanziariamente a programmi di ammodernamento e riqualificazione dei quartieri fieristici di proprietà pubblica, nonché al loro adeguamento e al possibile impiego per l’attività congressuale.
All’assessore alle Attività produttive chiedo l’impegno a promuovere un tavolo tecnico programmatico assieme al Comune di Galatina, per trovare una soluzione condivisa che consenta di riportare in vita una fiera che è stata e può tornare ad essere orgoglio del territorio e dell’intera Puglia”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*