Vernole, 4 operatori ecologici si incatenano: dopo 17 anni vogliamo il full time

VERNOLE -Da ieri, quattro lavoratori di Ecotecnica impegnati nel cantiere di Vernole, finito il turno si riuniscono in municipio per protestare: gli operatori ecologici sono in assemblea permanente, chiedono l’aumento delle ore dopo 17 anni di contratto part-time.

Fino a pochi giorni fa nel cantiere di Vernole (che occupa 17 persone) lavorava un operatore ecologico con contratto full-time andato in pensione. Il pensionamento del lavoratore a tempo pieno ha creato delle aspettative nei quattro lavoratori part-time che hanno coltivato la speranza che le ore del collega andato in pensione venissero spalmate sui loro contratti per completare l’orario. Aspettativa vana.

La Fp Cgil di Lecce: “Questi lavoratori, al pari dei loro colleghi hanno diritto ad un lavoro dignitoso e appagante. Senza alcun dispendio di risorse economiche, oggi Ecotecnica ha la possibilità di dare finalmente una risposta alla richiesta di lavoro e giusta retribuzione di quattro famiglie”, spiega Paolo Taurino, segretario provinciale della sigla sindacale. “Il sindaco di Vernole si è interessato e avevamo sperato in una conclusione felice della vertenza, invece ancora oggi continuiamo ad assistere al ricorso a personale extra-cantiere, proveniente da altri servizi, per sostituire o integrare la forza lavoro”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*