Lecce, attacco da primato. Arrivano altre quattro firme

Zan Majer, 28 anni, centrocampista del Lecce
Ottica Salomi

LECCE – (di Tonio De Giorgi) Otto partite, venti gol fatti, 10 autori diversi. Questo Lecce pare abbia messo il turbo e intende occupare subito le posizioni di vertice. In linea con quello che è il potenziale tecnico a disposizioni dell’allenatore Eugenio Corini. La scorsa estate il responsabile delle operazioni di mercato Pantaleo Corvino disse chiaramente che la sua campagna acquisti si sarebbe focalizzata subito sulla ricerca di un portiere e di un attaccante. Il portiere ce l’aveva in casa, ma le sirene del mercato potevano scattare all’improvviso e costringere Corvino a  virare su un altro portiere. Tuttavia in casa aveva e ha, ancora, Vigorito. Per l’attaccante il diesse giallorosso aveva già sondato la pista Coda. Il terreno era abbastanza fertile e non restava che annunciare l’arrivo dell’ex attaccante del Benevento. Sistemati due tasselli fondamentali, Corvino ha ricamato ogni reparto della squadra che in poco più di un mese ha affidato al tecnico Corini. L’allenatore bresciano ha reso la squadra leccese una vera macchina da gol.

Dopo otto partite di campionato è l’attacco del Lecce quello più prolifico del campionato: un primato fortemente nelle mani della squadra leccese anche se in calendario alcune squadre hanno una partita da recuperare.

Dodici gol nelle ultime due partite: cinque a Chiavari contro la Virtus Entella, sette al Via del Mare contro la Reggiana. Peccato per l’assenza del pubblico, altrimenti avrebbe reso il giusto tributo a una squadra che ha scalato posizioni in classifica e si candida prepotentemente a recitare un ruolo da protagonista. Un risultato di tali proporzioni si registrò pure nella primavera del 2019 quando il Lecce di Liverani cancellò con un 7-0 l’Ascoli.

Nell’ultima sfida di campionato contro la Reggiana sono saliti sulla giostra del gol altri quattro giocatori: Tachtsidis, Falco, Majer e Calderoni portando così a dieci il numero di calciatori a segno in queste otto giornate

BOMBER PRINCIPE – Il cecchino della squadra  leccese è Massimo Coda con sette gol: l’attaccante nato a Cava de’ Tirreni va a segno da cinque partite consecutive: si è sbloccato alla quarta giornata contro la Cremonese; ha segnato a Cosenza sbagliando pure un calcio di rigore; ha messo il proprio timbro a Chiavari contro l’Entella e, infine, ha segnato una tripletta contro la Reggiana. Guida la classifica cannonieri della Serie B con 7 gol. A fine campionato non è mai stato il bomber principe della cadetterria, in questa edizione le premesse sembrano esserci tutte.

ASPETTANDO PETTINARI, DUBICKAS E RODRIGUEZ – All’appello, tra gli attaccanti, mancano ancora Pettinari, Dubickas e Rodriguez. Pettinari, nella passata stagione terzo in graduatoria con 17 gol, è ancora a secco. Il lituano Dubickas, invece, ha segnato in Coppa Italia contro la Feralpi Salò. Infine Rodriguez: l’ex madridista è stato convocato per la prima volta sabato scorso e sembrava potesse giocare uno scampolo di partita poiché il risultato era ormai in cassaforte. Corini, invece, ha inserito Falco e Pettinari. Per l’ex Blancos ci sarà tempo per salire sulla giostra del gol

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*