I NoTap: “Processo a Tap rinviato per covid, ma rimpiazzato con uno contro di noi”

LECCE – “Il processo a TAP è stato rinviato, causa covid, su richiesta di un imputato.  Ma tranquilli, l’aula bunker non resterà vuota… il processo a TAP è stato miracolosamente rimpiazzato con uno dei tanti processi contro i No Tap”. A scriverlo sono, appunto, i No Tap, che sottolineano:

“È inutile continuare a ripetere che sulla questione TAP si procede con ruolini di marcia diversi. Se si tratta di processo ai NO TAP, il processo è per direttissima, nonostante i capi di accusa rasentino spesso il ridicolo. Se invece l’accusa è di disastro ambientale, violazione di diritti e normative, si può procedere con calma.

È chiaro che in rappresentanza di TAP il covid diventa un problema insormontabile, mentre per quei processi super affollati, con 96 imputati, dove a giudizio vengono messi gli attivisti NO TAP, non esiste alcun problema di diffusione del virus. Ma, del resto, era così anche quando i lavori nel cantiere continuavano, mentre l’intera nazione era in lockdown”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*