Corini sulla Reggiana: “Squadra forte, occhio a Mazzocchi”

Eugenio Corini, 50 anni, allenatore del Lecce
Ottica Salomi

LECCE (di Carmen Tommasi) – Arriva la Reggiana al “Via del Mare” e il Lecce di Eugenio Corini vuole il tris di vittorie. I suoi vengono da sei risultati utili di fila e prima della sosta avevano battuto il Pescara in casa e poi in trasferta la Virtus Entella. Il tecnico di Bagnolo Mella presenta la gara contro gli uomini di Massimiliano Alvini che hanno 7 punti in classifica e vengono dalla bella vittoria con il Venezia.

IN CRESCITA – La sua squadra è in crescita e di questo l’allenatore giallorosso ne va fiero: “Stiamo consolidando un atteggiamento tattico che è cambiato rispetto all’inizio. La squadra sta prendendo consapevolezza della propria forza. Abbiamo intrapreso una strada e questo anche grazie alla società.  Tutto ciò ci porta a crescere. Di certo aiuta molto il supporto della società, il fatto che il mercato sia ormai alle spalle ed il miglioramento della condizione fisica. Sappiamo ciò che siamo e ciò che vogliamo diventare. Abbiamo intrapreso una strada e sappiamo che, tutto questo, servirà migliorarsi sempre”.

LA SOSTA – La sosta per gli impegni delle Nazionali è stata interpretata così dal tecnico di Bagnolo Mella: “L’esperienza mi ha insegnato che le cose vanno prese per quelle che sono. Sono felice per la crescita che hanno avuto i miei prima della sosta. Dobbiamo alimentare questa crescita e adesso approcciamo nuovamente al campionato.  Ci sono tante partite importanti e vicine da affrontare”.

LA SITUAZIONE – Listkowski e Rodrgriguez fanno parte della lista dei convocati: Siamo felici di aver recuperato  Marcin. Per noi è un giocatore importante. Abbiamo fatto con lui un lavoro di ricondizionamento graduale, che lo ha portato ad un progressivo rientro nei ranghi. Si tratta di un giocatore moderno, con delle caratteristiche adatte anche al nuovo modulo che stiamo utilizzando. Può fare l’interno di centrocampo a destra ed a sinistra, ma anche il trequartista, come ha fatto con la Cremonese. Rodriguez? Ha fatto la ‘sua’ settimana tipo. Ha diluito il lavoro come Listkowski, questo perchè veniva da una serie di problematiche. É un ragazzo sveglio, giovane, con una buona attitudine. Ho deciso di convocarlo e con il lavoro quotidiano potrà ritagliarsi anche lui un suo ruolo in squadra”.

IN BALLOTTAGGIO – Calderoni e Zuta sono in ballottaggio per un posto sulla corsia sinistra: “Loro sanno già chi giocherà. Lo dico sempre il giorno prima. Zuta è recuperato, vedrete domani chi, tra i due, scenderà in campo dal primo minuto”.

GLI AVVERSARI – La Reggiana è una squadra che non va presa assolutamente sottogamba: “Loro sono una squadra forte che hanno fatto un grande campionato in serie C e sono, poi, andati in B. Alvini ha fatto un grande lavoro. Mazzocchi è in gran forma, ha importanti qualità e fisicità e sappiamo che dobbiamo stare attenti. Ma è in genere il complesso Reggiana a cui bisognerà prestare attenzione, perché può metterci in difficoltà. Mi aspetto una gara aperta, con due squadre che vogliono giocarsela. Immagino che ci saranno dei gol, ma noi puntiamo a farne qualcuno in più rispetto al nostro avversario”.

Non fanno parte del gruppo gli indisponibili Rossettini, Dermaku, Bjorkengren, Felici, Monterisi e i non convocati Lo Faso, Dubickas e Borbei. Fischio d’inizio alle ore 14:00, dirige Lorenzo Maggioni della sezione AIA di Lecco.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*