Strangolato con una sciarpa. Dopo 20 anni condanna all’ergastolo per un 45 di Miggiano

LECCE-Condanna al carcere a vita per Rocco Pierri, 45enne di Miggiano, ritenuto l’autore dell’omicidio , avvenuto quasi 20 anni fa in Svizzera, del suo coinquilino, il 30enne originario di Copertino Maurizio D’Amico. Il verdetto è stato emesso dai giudici della Corte d’Assise di Lecce presieduta Pietro Baffa, che hanno accolto la richiesta del pubblico ministero Francesca Miglietta.

La Corte ha disposto il risarcimento del danno in separata sede ed una provvisionale di 50mila euro ciascuno, per i genitori e i congiunti della vittima rappresentati dall’avvocato Sebastiano Vetromile.

Rocco Pierri fu arrestato 11 anni dopo l’omicidio avvenuto la notte tra il 16 e il 17 settembre del 2001 nell’abitazione di Adliswill, in provincia di Zurigo che i due condividevano.

Il giorno di Natale del 2012, fu fermato dalla polizia di Taurisano e riconosciuto come destinatario di un mandato di cattura europeo. Pierri era tornato nel Salento da circa 7 anni e si era rifatto una vita. Quel giorno era in auto con la sua compagna.

All’epoca dei fatti l’imputato viveva in Svizzera per questioni di lavoro: era impiegato all’interno di una ditta di costruzioni. Si è sempre dichiarato innocente. I suoi legali, gli avvocati Tommaso Stefanizzo ed Ester Nemola hanno chiesto l’assoluzione parlando di un processo puramente indiziario. Secondo l’accusa invece il Dna di Pierri, ritrovato sulla sciarpa usata per strangolare la vittima e su del nastro adesivo, sono stati la prova certa della sua colpevolezza. Alla vittima fu anche sottratta una carta di credito che Pierri, come risultò dalle telecamere dello sportello, aveva anche utilizzato per un periodo.

Dopo la morte dell’uomo, Pierri, che secondo le indagini aveva agito con un’altra persona mai identificata, aveva dato fuoco al suo letto. Il movente sarebbe stato un debito non saldato legato a questioni di droga.

La difesa ha annunciato ricorso in Appello.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*