Rsa “La Fontanella”, sit in dei lavoratori senza ammortizzatori sociali

SOLETO – Dopo i due tavoli regionali si è in una fase di stallo che preoccupa sindacati e lavoratori della Rsa “la Fontanella ” di Soleto, che ha purtroppo scritto una delle pagine più brutte dell’emergenza Covid nel Salento. Cgil e Cobas Lecce, hanno espresso più volte la richiesta della salvaguardia dei posti di lavoro che passa obbloigatoriamente attraverso la continuità aziendale .

“La Fontanella” con i suoi 70 dipendenti e la capacità ricettiva di 104 pazienti rappresenta per il territorio salentino una struttura importante – dichiarano gli stessi sindacati. Pur consapevoli delle difficoltà che si possono incontrare per la ripresa lavorativa di tutto il personale si ribadisce la necessità che le istituzioni competenti trovino le opportune soluzioni per la tutela della salute e la salvaguardia occupazionale.

Amministrazione accanto ai lavoratori.

La richiesta è quella di un intervento urgente da parte della Regione. I dipendenti si dicono certi che la giustizia farà il suo corso, nel frattempo chiedono di poter riprendere in mano quanto prima il loro lavoro e respingono al mittente le accuse: “Abbiamo sempre lavorato con costanza e dedizione”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*